• Italiano
  • English

Pasquale Persico

-ECONOMIA DEI BENI CULTURALI                                             

Prof. Pasquale Persico

 

 

Pasquale Persico è  nato nel 1946, Ordinario di Economia Politica ,Scienze della Comunicazione - Università di Salerno dal 1987. Ha insegnato Economia Politica, Econometria, Politica economica ed Economia Italiana nelle università di Bari; di Napoli (Orientale e Parthenope); delle Calabrie e di Roma (la Sapienza).

Premio Saint Vincent per l’Economia, 1981.

Research Scholar presso la London School Of  Economics e Visiting presso il SIRCED della stessa Scuola 1984,85.

Consultant OCDE presso la Divisione Scienze e Tecnologia 1987.

Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche - Università di Salerno dal 1987 al 2000 e dal 2006 al 2011.

Responsabile Dottorato di ricerca di Economia del settore pubblico dal 1990.

Responsabile piano di sviluppo Val D’agri (Negoziato regione Eni) 1999.

Responsabile Piano di sviluppo socio economico del Parco Nazionale del Cilento (patrimonio mondiale Unesco) (approvato all’unanimità dagli 80 comuni del parco e dai 15 che hanno chiesto di far parte delle aree contigue) dal 1999 ad oggi.

Responsabile Scientifico del PIT del Parco Nazionale del Cilento 2002.

Per l’area del Basso Ferrarese coordina il programma strategico “Identità e Sviluppo.”

È stato responsabile scientifico del Master Formez : Economia del Settore pubblico” per funzionari della PA 1985-1990.

Ha coperto incarichi di collaborazione a supporto di diverse organizzazione ed enti pubblici,  è stato assessore allo sviluppo del Comune di Salerno (93-97) ed Assessore alle Politiche del territorio e dell’ambiente della Regione Campania 2001.

Direttore della collana di ricerca “le città degli uomini” e della collana “La Città e L’altra città”  questa  in collaborazione con Maria Cristina Treu.

 

Pubblicazioni

 

Lavori scientifici (libri)

Principi di econometria -Liguori - Premio S: Vincent 1981

Analisi delle Componenti : applicazioni in economia   -Liguori 1975

Lavoro a Domicilio ed artigianato in Campania  Franco Angeli 1978

I mutamenti strutturali e dimensionali dell’industria manifatturiera italiana-in

“Crisi e ristrutturazione dell’economia italiana -a cura di A. Graziani - Einaudi 1974

Aspettative razionali in Economia - Liguori 1984

Pregresso tecnico ed Investimenti - ESI ed. 1987

Information  Technology - Liguori 1990

Metodi quantitativi per il Management, Liguori 1992

Identita’ e Sviluppo - Laveglia Ed.  -Premio Valitutti 1997

La valle delle Orchidee (prefazione di Romano Prodi), ed Laveglia 2000

Plektòs - Plectica editrice 2002

La città moltiplicata, Plectica ed 2006

Dalla Città del Parco ai Laboratori della città del Quarto paesaggio, ed. Issu.com 2011

Perché Napoli, ed Graus 2013

 

Tra gli articoli :

Localized technical progress- Studi economici 1985

A more genuine mesure of Technological  Kapital- OCDE 1987

Lo sviluppo sostenibile ,PNCVD 2001

Fontana Quando Piove ultimo numero “Bioarchitettura”, 2014

 

Attività di curriculum specifiche inerenti al settore economia della cultura

 

-Assessore all’Ambiente ed al Territorio della Regione Campania

-Redattore del Piano socio economico della Val d’agri ( vedi Volume La valle delle Orchidee)

-Elaborazione del Piano socio economico del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano ( in collaborazione con Ugo Marano Artista, Carlo Blasi Ecologo, prof Gambino Urbanista e successiva elaborazione del PIT del Parco dedicato alla rete ecologica dei Cento Comuni del parco e delle aree contigue.

-Direttore scientifico del LAMAV Salerno dal 2006

-IL Laboratorio di Management di Area vasta si è dedicato alla formazione ed al riposizionamento di figure professionali dedicate alla pianificazione nella visone della fattibilità economica , finanziaria, amministrativa ed ambientale dei progetti in collaborazione costante con i comuni che hanno accettato stage lunghi per architetti, geologi, ingegneri, operatori di beni culturali ed ambientali, agronomi, naturalisti, giuristi e d economisti.

L’ultima edizione del Lamav ha dedicato particolare attenzione alla redazione dei PUC sostenendo la formazione specifica dei responsabili sui temi della redazione dei preliminari, della VAS e della normativa urbanistica.

I processi significativi riguadano i comuni di Castelnuovo Cilento, Caggiano, Omignano, e Castel S. Giorgio.

È responsabile per il Comune di Per Castel S. Giorgio, insieme al Prof. R. Gerundo, dell’elaboroazione del PUC ed del Piano Strategico.

 

Esperienza maturata sulla pianificazione strategica

 Comuni del Copparese, Ferrara e Potenza, in corso Castel S. Giorgio

-Con Sistemi Urbani FFSS da quattro anni si è referente scientifico sui temi della mobilità e delle metamorfosi urbane, con particolare enfasi alla politiche europee per le città (rigenerazione urbana e smart city).

-Vincitore con un gruppo di architetti del concorso provinciale sull’area nord di Napoli per un parco urbano.

-Componente comitato scientifico della Biennale di Roma sullo spazio urbano

Cordinatore del tema” La città e l’altra città” Biennale 2013 Roma 17- 18 Maggio.

-Autore del Libro Perché Napoli sui temi della pianificazione urbana della Città.

-Per l’Iarch ha prodotto lo studio “Morire di Rendita”.

 

-Attualmente è responsabile laboratorio master sulla fattibilità, del master progettazione di eccellenza nei centri storici Dipartimento architettura UNINA

Coordinatore tecnico Osservatorio patrimonio Unesco e grande progetto Napoli- comune di Napoli

                                                                                      

Contattipersico@unisa.it